Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookies Policy

Prof 1

RagManifCome ampiamente previsto e denunciato fin dall'origine dalla Lazio Nuoto con appelli in ogni sede, anche da parte di Campioni e personaggi illustri, a decidere l'esito del bando sull'assegnazione dell'impianto della Garbatella gestito da oltre 33 anni dalla società biancoceleste è stata, unicamente, l'offerta economica.

Criterio di scelta che penalizza pesantemente la meritocrazia e la qualità del servizio.
Questo verdetto caratterizza una politica che nei fatti condannerà all’estinzione quelle eccellenze come la Lazio Nuoto che, oltre ad una storia centenaria vanta una bacheca che accoglie i più alti riconoscimenti sportivi nonché una infinità di Titoli Nazionali ed Internazionali raggiunti reinvestono tutti gli utili nell’attività Olimpica e Paralimpica di alto livello e nell’attività sociale.
Da oggi il concessionario che offrirà di più vincerà !
Basta aver costituito una Società da appena 2 anni e anche se:

1. non si è affiliati alla FIN;
2. si è privi di tesserati e tecnici;
3. non si è addirittura mai gestito una piscina;

si può vincere come è accaduto in questa circostanza.
A nulla è servito, da parte della Lazio Nuoto, ottenere il massimo del punteggio tecnico (50 punti su 50) staccando gli avversari del bando. A nulla è servito il contributo sociale, l'attività agonistica e paraolimpica, l'esperienza e la missione perpetrata dal nostro sodalizio da quasi 120 anni.
L’assoluta indifferenza dell’Amministrazione Raggi per la storia ed i valori portati avanti dalla Lazio Nuoto ci costringe ora, nuovamente, a far valere i nostri diritti avanti alla magistratura.
Di seguito le parole del legale biancoceleste Daniele Sterrantino:
“Tutto come ampiamente previsto ed inutilmente fatto presente, per ora, sia ai giudici amministrativi che a Roma Capitale. Fortunatamente, ancora si può ribaltare tutto. Il Tar infatti non si è ancora espresso nel merito delle nostre doglianze. La sentenza che ha rigettato il primo ricorso ha semplicemente detto: non possiamo giudicare ed annullare il bando perché la Lazio Nuoto può ancora vincere la gara, visto che ha potuto partecipare.
Con tutto il rispetto per i giudici, ritengo che vi fossero già gli estremi per decidere, ma accettiamo la decisione. A maggior ragione però, ora dovrà fornirsi giudizio sulla legittimità di una gara che mirava a premiare non certo lo sport, il servizio pubblico e l’offerta tecnica, ma solo chi offriva più soldi. Come ne dimostra ora l’esito. Entro fine settembre, pertanto, proporrò un nuovo ricorso al Tar”.
Eppure l’Amministrazione era sembrata, ad un certo punto, aver sostanzialmente ammesso un approccio sbagliato alla vicenda.
“Di fatto non è stato così, anzi. Credo che il tempo dei proclami sia finito. Se si voleva tutelare la Lazio Nuoto, ovvero un patrimonio sportivo e sociale di questa città, e con essa i valori dello sport e della socialità che essa rappresenta bisognava fare una scelta ben diversa, e non accanirsi sull’unica struttura gestita da noi, nonostante le decine d’impianti sportivi comunali abbandonati o con concessioni scadute da anni.
Soprattutto poi, non si può far finta di non sapere che strutturare un bando di gara che privilegia in maniera decisiva l’aspetto economico dell’offerta taglia fuori inevitabilmente chi, come la Lazio Nuoto, destina tutti i propri ricavi al settore agonistico e sociale del nuoto, della pallanuoto e delle altre discipline praticate.
Ma anche qui non sarò io a giudicare, lo faranno i romani”.

03
Set
19

Lazio Nuoto Garbatella

Post in Varie
by Super User

Garbatella 5In attesa che l’esito venga formalizzato attraverso i canali ufficiali, abbiamo appreso dalle comunicazioni dell’amministrazione il risultato negativo della gara per l’impianto della Garbatella gestito da oltre 30 anni dalla Lazio Nuoto. Tale risultato sembra confermare i dubbi avanzati per mesi dalla società biancoceleste sullo squilibrio tra l’offerta economica elevata (il massimo previsto per legge) a discapito di quella tecnica. 

30
Ago
19

Riapertura Impianto

Post in Varie
by Super User

Spot 3 News

Fede e PapàLutto in casa Lazio. Il nostro Capo Ufficio Stampa Federico Marietti perde, dopo una breve ma dolorosa malattia, il proprio papà, cui era straordinariamente affezionato. La grande famiglia della Lazio Nuoto, il suo presidente, i dirigenti, i tecnici, i collaboratori, gli atleti e tutti coloro che ruotano nel mondo del nostro sodalizio si stringono, commossi, attorno a Federico e alla famiglia con sentimento di profonda partecipazione al loro grande dolore. Le esequie saranno celebrate, alle 14 di venerdì 30 agosto, nella chiesa di San Pio X alla Balduina.

07
Ago
19

NandoLo vogliamo ricordare così, giovane atleta, in una tappa del suo percorso infinito nel mondo della pallanuoto, quando negli anni 70, con i colori della Lazio Nuoto, dopo aver vinto lo Scudetto nella Categoria Allievi e successivamente in quella Juniores è entrato nella prima squadra biancoceleste divenendone ben presto un giocatore di punta.
Ma Nando non è stato solo un Pallanuotista di livello, come Tecnico ha guidato le Nazionali giovanili ad ottimi traguardi, tra i quali da ricordare il Campionato del Mondo Under 20 vinto nel 2013.
La società in ogni sua componente si stringe alla famiglia di Nando Pesci per la prematura e assurda scomparsa del tecnico ed ex atleta del sodalizio. Un maestro di pallanuoto non solo per i giovani che lascia in tutti noi un vuoto incolmabile.

 

Comunicato federale

Tivoli 2Nessuna somma è dovuta al comune di Tivoli come richiesto dall'amministrazione per il periodo in cui la Lazio Nuoto ha gestito, ottenendo ottimi risultati in termini di servizi e iscrizioni e investendo sulla struttura con opere di ammodernamento, il polo natatorio locale. Il comune aveva agito contro il sodalizio per chiedere la restituzione di una somma importante per mancate coperture delle utenze. Ma il tribunale di Tivoli ha rigettato la domanda, condannando il comune anche al pagamento delle spese legali, in favore della stessa Lazio.

tar lazioIl Tar Lazio si è espresso negativamente sul ricorso presentato dalla Lazio Nuoto contro il bando di nuova assegnazione della piscina della Garbatella.
Varrà però chiarire, come abbiamo detto nel titolo, che tale sentenza non genera particolari allarmismi da parte nostra, né tantomeno può consentire facili trionfalismi e proclami da parte dell’Amministrazione o di qualche forcaiolo dell’ultim’ora, la cui unica soddisfazione nella vita è quella di bearsi (senza conoscere le cose) delle difficoltà altrui.

Altri articoli...