Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookies Policy

Il 2 giugno è una data storica. In Italia, è la Festa della Repubblica. Nel mondo Lazio, è una data ricordata perché nel 1921, proprio il 2 giugno, la S.S. Lazio diventa Ente Morale, unica società sportiva nazionale e internazionale ad aver mai conseguito tale onorificenza. Da oggi in poi, però, in casa Lazio Nuoto ricorderemo questa data per Iacopo Spagnoli e le sue indomabili ragazze. Oggi, 2 giugno 2024, la prima squadra femminile di pallanuoto della Lazio Nuoto conquista la prima, indimenticabile promozione in serie A1!

Lo facciamo battendo 7-9 il Volturno - grande favorita ai nastri di partenza - a Santa Maria Capua Vetere, in gara 3, dopo aver perso di un soffio l’andata in terra campana e vinto 10-7 il ritorno al Centro Sportivo Le Cupole. Dopo soli quattro anni di attività, la Lazio Nuoto femminile sbarca quindi nel massimo campionato, grazie a un campionato straordinario - concluso al 3° posto - e sei partite di play off a dir poco memorabili. E con la stessa sequenza: anche in semifinale, contro la R.N. Bologna, le biancocelesti avevano perso gara 1, per poi vincere in casa e la bella alla Sterlino.

Un susseguirsi di emozioni fortissime, emozioni bianocelesti, che solamente i colori del cielo sanno far vivere. Una squadra che a inizio stagione nessuno dava tra le prime del girone Sud, arrivata 3ª grazie al grandissimo lavoro del tecnico Iacopo Spagnoli, bravo a creare un gruppo solido, un clima ideale, divertente e stimolante. A trasmettere Lazialità, grande spirito e senso di appartenenza anche alle giocatrici nuove. Aiutato dal capitano Chiara Tori, bomber di spessore, l’esperta Alessandra Rovetta e la campionessa Giulia Rambaldi. Poi Irene Falso, grinta e tenacia a servizio della squadra, Livia Boldrini, giovane ma già pronta per certi palcoscenici, e Gaia Acerbotti, estremo difensore di grandissimo valore, tra i segreti della miglior difesa del campionato. 

E poi Chiara Lomonte, Alessia Imola, Barbara Caltabiano, Angela Maggi, Greta China, Flora Lonzi, Ilaria Vargas, Giulia Dicorato, Sofia Lucherini, Margherita Esposito, Giulia Di Marcantonio, Laia Nicolas Lopez, Silvia Rugosa e Martina Di Giulio. Senza dimenticare il direttore sportivo, Enrico Alonzi, uno che nella pallanuoto femminile ha già scritto pagine importanti di storia e che ora è un prezioso riferimento per mister Spagnoli e le sue meravigliose ragazze. Tutte protagoniste in questa cavalcata chiusa con la promozione in serie A1, dopo soli quattro anni di attività nel campo femminile. Ancora complimenti: bravissime ragazze!

Le parole del presidente della Lazio Nuoto, Massimo Moroli: «È stata la partita perfetta. Squadra straordinaria, organizzazione impeccabile, tanti sostenitori al seguito e grande sportività delle avversarie. Abbiamo colto una promozione che, a inizio anno, mai avremmo pensato di poter raggiungere. Iacopo Spagnoli ne è stato il grande artefice, Claudio Sebastianutti l’ispiratore e tutto lo staff, chi in un modo chi in un altro, ne ha sostenuto il percorso vincente. Di fronte a questo successo è regola elogiare tutte le giocatrici in egual misura perché tutte, in egual misura, hanno dato il massimo, ma veramente il massimo, di sé stesse, anche se il peso specifico può aver mostrato qualche differenza. Comunque oggi è ammessa un’eccezione perché rivolta alla titolare dell’unico ruolo elogiando la quale non deludi nessun’altra. Ma Gaia Acerbotti ha realmente abbassato la saracinesca della porta!».

L’allenatore Iacopo Spagnoli: «Oggi abbiamo scritto un pezzo di storia di questa gloriosa società. Dal 1900, un volo lunghissimo, un’epopea biancoceleste. Sono orgoglioso ed emozionato di averlo fatto con questi colori, che sento come una seconda pelle. Le ragazze si meritano tutto questo, sono state monumentali. Il piazzamento in regular season ci ha consegnato un percorso arduo, semifinali e finali con lo svantaggio del campo in trasferta, eppure tutto questo non ha fatto che darci forza, alimentare quella voglia di crescere insieme e alzare l’asticella sempre di più. Ad inizio anno un piazzamento play off sembrava già un qualcosa di estremamente difficile, avendo perso in estate pedine importanti, ma poi andando avanti abbiamo capito di potercela giocare alla pari con tutti. Tutte le ragazze hanno lavorato con fiducia e grandi sacrifici, non c’è nessun miracolo dietro il nostro successo, ma solo tanto lavoro. Ora è tempo di festeggiare, ce lo meritiamo. Dai prossimi giorni penseremo a programmare la prossima stagione che ci vedrà nella massima serie. Quello che fino a qualche mese fa sembrava un miraggio, ora è una bellissima realtà. Siamo la Lazio Nuoto!».

Le parole di Enrico Alonzi, direttore sportivo della sezione femminile: «Sono molto contento per queste ragazze e per Iacopo. Siamo cresciuti tanto in questi quattro anni di percorso. Quattro anni sono pochi, ma posso dire che abbiamo accorciato i tempi solo grazie all’ambiente, che è stato sempre messo al centro del nostro progetto. Non ho mai avuto dubbi: all’immensa Polisportiva Lazio mancava una perla come la Lazio Nuoto donne e - con orgoglio - dico che fin dal primo giorno immaginavo questo bellissimo momento. Con una Lazio bella, unica e ammirata da tutti. In poco tempo abbiamo creato un entusiasmo contagioso e ora tocchiamo con mano tutto questo. Sono emozionato: in questo gruppo ci sono ragazze che fanno parte della mia vita da tantissimi anni. Vederle festeggiare rappresenta per me qualcosa di unico e difficile da esprimere».

 

Il direttore generale biancoceleste, Orazio Piccinini: «Oggi si è scritta la storia: la S.S. Lazio Nuoto con solamente 4 anni di attività femminile alle spalle - è in serie A1! Questa promozione nasce proprio quattro anni fa, quando durante una festa dissi a Giulia Rambaldi che mi sarebbe piaciuto aprire la sezione della pallanuoto femminile nella Lazio Nuoto e che mi sarebbe servito il suo aiuto. Oggi voglio ringraziare in ordine sparso le tutte ragazze tutte e il mister Iacopo Spagnoli che due anni fa ha accettato la sfida di prendere in mano la prima squadra femminile. Poi, ai due dirigenti Enrico Alonzi e Rodolfo Quattrini che hanno sempre dato man forte ad allenatore e ragazze, ma soprattutto alle 100 persone (familiari, giovanili, amici, tecnici) che hanno sostenuto la squadra andando due volte a Bologna e due volte a Caserta a loro spese. Questo ci riempie di orgoglio! Adesso ci godiamo questa vittoria, poi inizieremo a programmare la prossima stagione… in serie A1!».

 

Andrea Esposito

S.S. Lazio Nuoto

Mercoledì 22 maggio, ore 20:30, la Lazio Nuoto ospita la R.N. Florentia per gara 2 della semifinale play off promozione. Al Centro Sportivo Le Cupole, le aquile di coach Daniele Ruffelli cercano una vittoria che allungherebbe la serie contro i fortissimi toscani a gara 3. A Firenze, i giovani biancocelesti sono riusciti a tenere testa ai più esperti padroni di casa solamente per un tempo e mezzo. Al Centro Sportivo Le Cupole, la Lazio Nuoto cerca riscatto davanti al suo pubblico.

Il tempo per correggere gli errori individuali di gara 1 è stato pochissimo, ma con una maggiore attenzione e determinazione capitan Leporale e compagni sono convinti di poter reggere l’urto della Florentia. Una squadra pensata per la promozione, che - ricordiamo - lo scorso anno non è andata in A1 per un soffio. Per la Lazio Nuoto, l’obiettivo è quello di portare la serie a gara 3, anche e soprattutto per poter giocare un’altra partita di altissimo livello, utile alla crescita del giovane gruppo biancoceleste.

Queste le parole di Nikola Bucan: «In gara 1, la Florentia è stata migliore di noi. Abbiamo studiato la partita e abbiamo visto i nostri errori. Vogliamo arrivare a gara 2 più pronti per replicare nel modo migliore. Mi auguro un risultato positivo».

Il numero 1 biancoceleste, Federico Piccionetti: «Il nostro obiettivo è portare la serie a gara 3, essendo bravi a limare gli errori commessi sabato a Firenze. Per noi è un’occasione unica per la crescita individuale e di squadra di questo gruppo. Non abbiamo nessun obbligo, dobbiamo vivere ogni partita con il piacere di giocarla. Sono convinto che sarà una partita tirata: di certo, noi non molleremo di un centimetro».

A disposizione del tecnico Daniele Ruffelli: Piccionetti F., Barigelli Calcari A., Dominici F., Giacomone G., Troiani N., Marini L., Tresa D., Bucan N., Leporale M., Costanzo A., Nenni A., Pannaccio Y., Olivi A., Marchetti M., Gatto N.

 

Andrea Esposito

S.S. Lazio Nuoto

Last call, ultima giornata di regular season, ultima chiamata per entrare nella griglia dei play off promozione. Sabato 4 maggio, ore 15:00, la Lazio Nuoto ospita l’Ischia Marine Club al Centro Sportivo Le Cupole nel 22° turno del campionato nazionale di serie A2, girone Sud. Ai biancocelesti basta un punto per essere matematicamente certi del quarto posto, mentre con una vittoria potrebbero ancora sperare di raggiungere il terzo. Per le aquile di Daniele Ruffelli è vietato sbagliare: serve vincere per coronare gli sforzi di una stagione intensa e faticosa, ma più che formativa.

Dopo l’amara sconfitta subita all’ultimo secondo a Palermo, la Lazio Nuoto è scivolata al quarto posto, tallonata dal Vela Nuoto Ancona. Le nostre aquile, però, non si sono perse d’animo e dopo una positiva settimana di allenamenti, sono pronte a prendersi i play off davanti al proprio pubblico. I nostri tifosi sono e devono essere un fattore in quest’ultima giornata: invitiamo tutti a riempire la tribuna per sostenere i biancocelesti, impegnati in questa complicata sfida ai campani dell’Ischia Marine Club. 

Queste le parole di Adriano Barigelli: «Quella di domani è la partita che decide se entreremo o meno nei play off. In vasca dobbiamo far prevalere la nostra voglia di portare a casa punti, rispetto alla tensione che per forza di cose si creerà, per tutto quello che rappresenta questa gara. Facendo quello che sappiamo, abbiamo buone possibilità di rientrare nelle posizioni utili ad accedere alla semifinale promozione».

Ricordiamo che è possibile assistere alla partita al Centro Sportivo Le Cupole di via Gino Bonichi 17 gratuitamente. Il match verrà anche trasmesso in diretta streaming sul canale You Tube della Lazio Nuoto. 

A disposizione del tecnico Daniele Ruffelli: Piccionetti F., Barigelli Calcari A., Dominici F., Giacomone G., Troiani N., Marini L., Tresa D., Bucan N., Leporale M., Vittorioso A., Costanzo A., Nenni A., Pannaccio Y., Olivi A., Marchetti M., Gatto N.

 

Andrea Esposito

S.S. Lazio Nuoto

R.N. Florentia - S.S. Lazio Nuoto 12-6 (3-2, 3-0, 5-1, 1-3)

La Lazio Nuoto perde 12-6 gara 1 della semifinale play off promozione. Alla Goffredo Nannini di Firenze, i biancocelesti approcciano bene alla partita, tengono testa ai padroni di casa per un tempo e mezzo, ma poi cedono davanti alla maggiore fisicità ed esperienza degli avversari. Daniele Ruffelli: «Complimenti alla Florentia, oggi sicuramente ha meritato. Se quest’anno ha vinto tutte le partite in casa un motivo c’è. Mercoledì cercheremo in ogni modo di portare la serie a gara 3».

La cronaca

Il match inizia subito su ritmi elevatissimi. La Lazio Nuoto sfiora il vantaggio, ma lo trova De Mey: Florentia avanti 1-0. Costanzo pareggia subito con una gran conclusione in superiorità, poi Nenni sorprende la difesa dei gigliati con una bella girata. Cardoni risponde nella sfida tra centroboa, mentre Sordini poco dopo porta di nuovo avanti i suoi. La Lazio ha due volte la chance del pareggio, ma spreca malamente. Sul 4-2, le aquile falliscono anche un rigore e sul ribaltamento subisco il 5-2. La Florentia continua a spingere e trova anche la rete del 6-2 prima del cambio campo.

Il terzo parziale è un assolo della Florentia. I giovani di Daniele Ruffelli perdono fiducia, non riescono più a incidere e giocano lontani dalla porta, fiaccati anche dalla maggiore fisicità dei padroni di casa: è 11-3. Nell’ultimo tempo, i biancorossi allentano e la Lazio Nuoto riesce a trovare di nuovo gioco e reti. Ne segnano una Giacomone e due Tresa, top scorer al pari di Angelo Nenni, il migliore dei suoi. Finisce 12-6, appuntamento per gara 2 mercoledì 22 maggio, ore 20:30, al Centro Sportivo Le Cupole.

Le parole dell’allenatore Daniele Ruffelli: «Complimenti alla Florentia perché oggi ha sicuramente meritato. Sono una squadra completa e ben allenata. Se hanno vinto tutte le partite che hanno giocato in casa quest’anno un motivo c’è. Noi abbiamo tenuto per quasi due tempi, ma non è abbastanza. Possiamo fare meglio e proveremo a dimostrarlo mercoledì cercando di portare la serie a gara 3».

R.N. Florentia: Cicali, Generini, Stocco 2, Di Fulvio C. 2, De Mey 2, Calamai, Turchini, Cardoni 2, Chemeri, Benvenuti 1, Sordini 2, Di Fulvio A., Gioia, Mancini 1. TPV: Luca Minetti.

S.S. Lazio Nuoto: Piccionetti, Barigelli, Dominici, Giacomone 1, Olivi, Marini, Bucan, Costanzo 1, Leporale, Troiani, Gatto, Nenni 2, Marchetti, Tresa 2. TPV: Daniele Ruffelli.

Superiorità numeriche: R.N. Florentia 5/12, S.S. Lazio Nuoto 4/11 + 0/2 rigori.

Arbitri: Brasiliano e Roberti Vittory.

 

Ufficio stampa S.S. Lazio Nuoto

Sabato 27 aprile, ore 15:00, nella 21ª giornata di serie A2, la penultima della regular season la Lazio Nuoto sfida in Sicilia la Waterpolo Palermo. I biancocelesti di coach Daniele Ruffelli sono terzi a 36 punti, a +2 dalle inseguitrici Olympic Roma e Vela Nuoto Ancona. Per raggiungere l’obiettivo play off serve un ultimo sforzo e non sarà semplice. Bisogna vincere in casa di un avversario scorbutico, in cerca di punti salvezza e rafforzato dal cambio di straniero rispetto al girone di andata.

La vittoria al cardiopalma di sabato scorso contro il Latina non deve distrarre, ma caricare le nostre aquile. Il vantaggio di capitan Leporale, poi la beffa e il pari del portiere avversario Giannotti. Sembra finita, ma ci pensa Giacomone a far esultare il pubblico delle Cupole di Acilia e a regalare 3 punti di platino alla Lazio Nuoto. Tutto in meno di un minuto: lo spirito biancoceleste insegna a non mollare mai e i nostri ragazzi non dovranno farlo nemmeno all’Olimpica di Palermo.

Queste le parole di Giorgio Giacomone: «La gara di sabato è una di quelle partite da vincere a tutti i costi, perché ci servono punti per assicurarci l’accesso ai play off. Sicuramente non sarà facile perché giochiamo in casa loro, ma daremo il massimo per prenderci i 3 punti e ipotecare la qualificazione».

A disposizione del tecnico Daniele Ruffelli: Piccionetti F., Barigelli Calcari A., Dominici F., Giacomone G., Troiani N., Marini L., Tresa D., Bucan N., Leporale M., Vittorioso A., Costanzo A., Nenni A., Pannaccio Y., Olivi A., Marchetti M., Gatto N.

 

Andrea Esposito

S.S. Lazio Nuoto

Ci siamo! Sabato 18 maggio, ore 19:15, la Lazio Nuoto gioca gara 1 dei play off promozione alla Nannini di Firenze. La semifinale, infatti, vede le aquile di Daniele Ruffelli incontrare la R.N. Florentia, in una sfida dal sapore storico. Due società antiche, due nobili del nuoto e della pallanuoto italiana, avversarie di mille battaglie. Dalle partite in A1 alle Finali per lo Scudetto e la Coppa Italia della paralimpica, da Guerrini e De Magistris a tutte le sfide delle giovanili. Siamo davanti a un play off che è davvero un clasico per gli amanti della pallanuoto italiana. 

Un’emozione unica, che per tanti, tantissimi atleti biancocelesti è anche la prima. Giocare un play off per la promozione in A1 non capita tutti i giorni. Dopo la retrocessione del 2022, è la prima volta che la Lazio Nuoto gioca per l’opportunità di tornare dove un club così merita. Lo fa con quella che è la squadra con l’età media più bassa della serie A2, un gruppo di giovani ambiziosi, guidati da un capitano esperto, un Laziale vero, come Matteo Leporale. Il futuro è nelle loro mani: in becco all’aquila ragazzi, buon divertimento!

Queste le parole di Diego Tresa: «Quella di sabato è per noi una partita fondamentale, non solo per il campionato ma anche e soprattutto per la nostra crescita. È molto stimolante giocare contro squadre del calibro della Florentia, ma sono sicuro che riusciremo metterli in difficoltà, cercando anche di continuare a credere nei nostri obiettivi».

A disposizione del tecnico Daniele Ruffelli: Piccionetti F., Barigelli Calcari A., Dominici F., Giacomone G., Troiani N., Marini L., Tresa D., Bucan N., Leporale M., Costanzo A., Nenni A., Pannaccio Y., Olivi A., Marchetti M., Gatto N.

Gara 2 della semifinale play off è in programma mercoledì 22 maggio, ore 20:30, al Centro Sportivo Le Cupole di Acilia. 

 

Andrea Esposito

S.S. Lazio Nuoto

Sabato 20 aprile, ore 18:30, la Lazio Nuoto ospita il C.N. Latina al Centro Sportivo Le Cupole. A sole tre giornate dal termine di questa avvincente regular season, nel girone Sud ci sono ben sei squadre in quattro punti, tutte in piena lotta per l’obiettivo play off. Dopo i due pareggi consecutivi contro Anzio e Vela Ancona, alle aquile di coach Daniele Ruffelli serve vincere per allungare sulle inseguitrici e compiere un altro, decisivo passo verso l’obiettivo da centrare.

In queste ultime partite, tutte le squadre in lotta per i play off devono fare i conti con una maggiore pressione. Meno sono i punti a disposizione, più è alta la posta in palio. Alla 20ª giornata, una vittoria può essere decisiva, così come un passo falso. I biancocelesti sono pronti ad accogliere i pontini, soli 2 punti indietro in classifica, che nello scorso turno di campionato hanno battuto l’Olympic Roma. Una cosa è certa: da capofila di questo gruppo, la Lazio Nuoto ha il destino nelle proprie mani.

Queste le parole di Alberto Costanzo: «Ci aspetta una partita complicata. All’andata abbiamo faticato molto contro il Latina, è una squadra ostica, con buoni centroboa. Mi aspetto una gara abbastanza fisica: dovremo essere bravi a utilizzare al meglio le nostre capacità natatorie, senza sprecare poi in avanti commettendo errori di frenesia. Con tranquillità, stiamo cercando di limare i nostri errori: è una partita impegnativa, ma vogliamo imporre da subito il nostro gioco».

Ricordiamo che è possibile assistere alla partita al Centro Sportivo Le Cupole di via Gino Bonichi 17 gratuitamente. Il match verrà anche trasmesso in diretta streaming sul canale You Tube della Lazio Nuoto. 

A disposizione del tecnico Daniele Ruffelli: Piccionetti F., Barigelli Calcari A., Dominici F., Giacomone G., Troiani N., Marini L., Tresa D., Bucan N., Leporale M., Vittorioso A., Costanzo A., Nenni A., Pannaccio Y., Olivi A., Marchetti M., Gatto N.

 

Foto di Marika Torcivia

 

Andrea Esposito

S.S. Lazio Nuoto

Altri articoli...