Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookies Policy

Prof 1

19
Ott
19

SoroAl Foro per la prima in casa i biancocelesti perdono 11-14. Aquile sempre a rincorrere Salerno, cedendo nel terzo tempo. Sebastianutti: “Serve tempo”. Capitan Colosimo: “Dobbiamo migliorare dietro”. Mercoledì di nuovo in vasca a Napoli con la Canottieri. Gara in differita su Lazio Style.Nessuna festa. La Lazio sbatte sul Salerno e perde la prima in casa 11 a 14, nel match della 2° di A1. I biancocelesti partono male e si trovano subito a rincorrere recuperando più volte gli avversari che viaggiano alla grande con l’uomo in più grazie a Elez 4gol e Cuccovillo 3 gol, oltre che a un ottimo Tomasic. Decisivo è il terzo tempo che rompe l’equilibrio e vede cedere i padroni di casa. Troppi errori in avanti, nonostante gli 11 gol realizzati, ma soprattutto dietro dove il valore aggiunto Soro non si è fatto sentire per la poca copertura concessa dai compagni, inaspettatamente meno attenti del solito in difesa dove hanno comunque fatto bene Giorgi e Antonucci. 3 gol del solito Leporale e una doppietta di grande fattura di Colosimo non bastano. Decisamente insufficienti gli arbitri Brasiliano e Zedda, confusi forse dalle nuove regole, anche se la vittoria di Salerno è più che meritata. Mercoledì si torna a giocare a Napoli contro la Canottieri in un match già bollente.